mercoledì 18 febbraio 2009

Inverno, l'ultima zampata di Cailleach


La vecchia strega, divina signora, Cailleach, sta stringendo nella sua morsa i nostri giorni, questo residuo di inverno, il vero inverno, che sta ora allungando gli artigli su di noi con tanta, tanta neve ancora oggi, freddo e vento.

Dolce Brigid, vergine fanciulla di pura candida luce, con la tua grazia vitale soffia su di noi, portaci la primavera, gonfia le gemme sui rami, i boccioli sugli steli, scorri calda di linfa nei tronchi, nel sangue delle nostre vene...

Vieni, Brigid, accompagnaci in questo giro di ruota.

Nessun commento:

Posta un commento