mercoledì 11 febbraio 2009

neve e sogni


Sperando di camminare ancora a lungo con mia Madre la Terra, signora benevola e crudele, madre e maestra, serva e regina, amante e assassina, caos e armonia, eccomi a deporre in questi fiocchi di neve oggi danzanti i miei desideri, perché sul suo volto giacciano sereni in attesa di scendere nella odorosa feconda sua oscurità e germinare e fruttificare.

Nessun commento:

Posta un commento