martedì 21 aprile 2009

sono viva

Siamo vivi, mio marito, le bambine ed io. Siamo nel campo di Fossa, il nostro comune, uno degli epicentri, in tenda. Il sisma ha fatto smottare la montagna alle nostre spalle. La casa è integra, ma noi siamo salvi per miracolo, la frana è spaventosa. Non so se e quando potremo tornare a casa. Le mie figlie sono esauste fisicamente e mentalmente. Oggi pomeriggio mio padre viene a prenderle e le porta con sè a Vasto, dove vive temporaneamente in un B&B con mia madre, mia sorella gemella e sua figlia. Lunedì potrei riprendere il lavoro. Saperle al caldo e al sicuro mi darà pace e forza, sono a pezzi emotivamente e fisicamente. Qui è freddo e piove da giorni, solo fango e freddo. E io non so più che fare per farle stare bene.
Con un collegamento di fortuna oggi sono passata qui per aggiornare e ringraziare con tutto il cuore Argante, Iris, Violet, Hex e tutte le sorelle dell'Ynis Afallach Tuath.
E' stato MERAVIGLIOSO avervi vicino.

VI VOGLIO BENE.

1 commento:

  1. oh mio dio...non ho parole!!!!
    Con spavento e sgomento sto leggendo queste tue righe accorgendomi ch ecredevo di sapere tutto di te leggendo i tuoi pensieri,dai commenti che lasci ai miei,e invece non sapevo nemmeno dove abitavi,non mi ha sfiorato nemmeno il pensiero che tu potessi essere conivolta in questa tragedia!!!Per me sei la dama del bosco e forse pensavo che il tuo bosco magico non potesse esser violato.
    Sono felice di sapere che state bene eche anche la vostra casa è in piedi...non posso nemmeno immaginare lio spevento e l'angoscia che ancora vi accompagna.
    Se avessi bisogno di qualunque cosa non esitare a chiedere ,un immenso abbraccio e ti auguro un pò di pace e di serenità,a te e ai tuoi cari.
    Buonanotte Betta
    sofiailmiopiccolomondo.blogspot.com

    RispondiElimina