martedì 10 febbraio 2015

I passi del ritorno

Sono i più faticosi, come gli ultimi di un lungo peregrinare; sono i più duri, perché la stanchezza morde anima e muscoli; sono i migliori, perché la meta è il fine del viaggio e il viaggio è un inesausto andare verso il fuoco finale.
I passi del ritorno.
Sto tornando a casa, nella mia vera casa, quella in cui da anni mi dibatto come se fossi in trappola solo perché devo rendere conto a troppi attorno a me cui temo di far male dicendo la verità.
Ora so che la miglior scelta è il silenzio, che ognuno creda ciò che vuole e io continuerò a camminare.
Ho spazzato i pavimenti e pulito le finestre, ho acceso il fuoco e preso un libro, ho lasciato che la luna scendesse a illuminarmi il viso e che il sole si posasse sulle mie labbra, in questa mia casa, nella Dimora della Signora del Bosco.
Sono tornata.


Nessun commento:

Posta un commento