martedì 22 marzo 2016

Ostara, il risveglio del cuore

Nel ventre della Terra, che quest'anno non ha conosciuto l'abbraccio dell'Inverno e che ha dovuto sopportare un estenuante caldo lungo autunno dopo una estate rovente, il risveglio è palpabile.
Nell'aria il richiamo delle rondini, nelle vene il fremito dell'attesa che sta per finire, sui rami i nuovi nidi e le prime gemme, il tempo della Lepre e dell'Uovo si approssima.
Ogni anno le stagioni, comunque siano mutate, si perpetuano nei nostri giorni, nel nostro sangue, nelle viscere calde e ombrose della Terra.
Accettare che il tempo scorre come vuole Dea e non come vorrei io, questa è la cosa più difficile per me, che sono anima amante del freddo, del silenzio, della solitudine e del ritmo naturale delle stagioni.
Con Lei cammino, con Lei canto e danzo.
Perché è Lei tutta la mia Vita.


(Autrice Wendy Andrew)